Inaugurata oggi alla Provvederia di Mestre la mostra su Francesco Morosini

Proseguono le celebrazioni morosiniane


Il giorno 8 settembre 2020, alla presenza del direttore Gianni Penzo Doria e di numerose autorità civili e militari, tra cui il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro e il Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Orientale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Bruno Buratti, sono state inaugurate alla Torre civica di Mestre e all'antica Provvederia di Via Palazzo le mostre sul doge Francesco Morosini allestite rispettivamente dalla Guardia di Finanza e dall'Archivio di Stato di Venezia.

Nuove disposizioni per l'ingresso in Istituto, prescrizioni anti COVID-19 e ulteriori posti disponibili dal 15 settembre 2020

L'orario di apertura al pubblico è così ampliato:

  • dal 15 settembre 2020 ogni martedì sono disponibili ulteriori 6 posti, in fascia pomeridiana dalle 14.15 alle 18.00;
  • resta confermato l'orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 14.00.

Accordo con Rialto

Tra l’Associazione “Rialto Novo/Progetto Rialto”, ente del terzo settore, costituitasi senza fini di lucro il 3 aprile 2019 e l’Archivio di Stato di Venezia è stato sottoscritto un Accordo di collaborazione scientifica per la divulgazione delle fonti per la storia di Venezia.

Riaprono a Forte Marghera le mostre su Francesco Morosini

Nell’ambito delle celebrazioni per i 400 anni dalla nascita di Francesco Morosini, Doge e Capitano generale da Mar, protagonista della storia di Venezia del '600, riapriranno dal giorno 11 giugno p.v. a Forte Marghera le due mostre che ne ripercorrono vita ed opere.

Nuove disposizioni per l'ingresso in Istituto e prescrizioni anti COVID-19

In ottemperanza alle disposizioni vigenti e acquisito il parere del RSPP di Istituto, conformemente alle linee guida dell’ICPAL, dal 1° luglio 2020 per gli studiosi ammessi in Sala di studio sarà possibile:

La diplomatica contemporanea contro i documenti falsi

Nell'ambito delle esercitazioni di diplomatica contemporanea e di archivistica speciale tenute nella Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica, gli allievi hanno analizzato il caso di uno strano DPCM pubblicato in “Gazzetta ufficiale”. A partire dalle riflessioni e dalle analisi condotte, alcuni studenti hanno ricavato un breve intervento pubblicato nella rivista online Filodiritto, disponibile al seguente link.

Asve e Iuav insieme per la didattica e la ricerca scientifica

Sottoscritto un Accordo di collaborazione a tutto campo tra le due Istituzioni veneziane

Cerca