Pezzi unici


Alla scoperta di alcuni tra i più importanti documenti dell'Archivio di Stato di Venezia

Per tutto il 2020, l'ultimo venerdì del mese, l'Archivio di Stato di Venezia e Filodiritto propongono un appuntamento con la storia attraverso alcuni tra i più importanti documenti conservati nel complesso monumentale dei Frari. A una semplice, ma rigorosa, descrizione archivistica, diplomatistica e paleografica del documento, si affiancherà un breve video di circa 3 minuti sul canale YouTube dell'Istituto, curato a turno dagli Archivisti di Stato veneziani.

Rubrica su Filodiritto: link


 
PEZZI UNICI N. 16 - La prima dell'AIDA e la prima a Venezia
Sfogliando i giornali dell'epoca e dopo una ricerca documentaria, Andrea Pelizza ci porta per mano a conoscere i retroscena della prima assoluta e della prima veneziana dell'Aida di Giuseppe Verdi, occasione quest'ultima alla quale partecipò anche l'Archivio di Stato di Venezia con eventi e una pubblicazione di grande interesse storico.
PEZZI UNICI N. 15 - LE ORIGINI DI VENEZIA IL 25 MARZO 421 IN DOCUMENTI E INTRECCI
Dall'Archivio di Stato di Venezia e dalla Biblioteca Nazionale Marciana emergono due testimonianze autentiche, pressoché trascurate, che assumono valore in virtù delle loro interrelazioni. Si tratta di un documento pattizio del XII secolo (in Archivio) e di una cronaca minore del XIV secolo (in Biblioteca), che esamineremo insieme a confermare la tradizione di Venezia fondata il 25 marzo 421 nel corso della Conferenza pubblica organizzata per il 2 aprile 2021, ore 10.30, con Attilio Bartoli Langeli, Stefano Campagnolo, Andrea Pelizza, Gianni Penzo Doria, Alessandra Schiavon e Lorenzo Tomasin.
PEZZI UNICI N. 14 - IMPARIAMO L'INNO NAZIONALE UFFICIALE - IL CANTO DEGLI ITALIANI
Alla scoperta del valore fondamentale dell'inno nazionale che deve essere eseguito nel rispetto del Risorgimento, di chi lo scrisse e lo compose nel 1847: Goffredo Mameli e Michele Novaro.
PEZZI UNICI N. 13 - ANTONIO CANOVA, UNA VOCE DI SPESA
Antonio Canova lo scultore, Antonio Canova il diplomatico, Antonio Canova una voce di spesa, che l'amministrazione veneziana prima e austriaca poi ha ben accolto nel suo bilancio, per sostenerlo negli anni della formazione a Roma, per ripagarlo dell'opera in onore di Angelo Emo posta all'Arsenale.
PEZZI UNICI N.. 12 - I GIARDINI DEL CATASTO NAPOLEONICO
In questo racconto, Eurigio Tonetti mette in luce il valore estetico e la perizia esecutiva degli agrimensori che, per conto dell'Amministrazione napoleonica, produssero le prime "mappe catastali" moderne del Veneto (1807-1816), con particolari riferimenti alla raffigurazione dei giardini.
PEZZI UNICI N. 11 - CARTA GENERALE DELL'ITALIA INCISA DA CASINI, DONO DI LADY LAYARD
Lady Enid Guest Layard giunge a Venezia per stabilirvisi con il marito Austen Henry Layard, diplomatico inglese e archeologo, nel 1880. Dopo essersi appassionata all'Archivio di Stato di Venezia, dona una splendida Carta generale dell'Italia del 1793. Si tratta di una "istantanea" politico-istituzionale del nostro Paese prima degli sconvolgimenti della Rivoluzione francese.
PEZZI UNICI N. 10 - QUATTRO LEONI DI SAN MARCO DELL'ARCHIVIO DI STATO DI VENEZIA
Ricercando tra le carte dell'Istituto, oggi il nostro Direttore, Gianni Penzo Doria, ci conduce alla scoperta, in parte inedita, dei tre leoni di san Marco presenti nell'ingresso del complesso monumentale dei Frari. A questi, ne aggiunge un quarto, il "leon in moéca" che oggi rappresenta il simbolo dell'Archivio di Stato di Venezia.
Pezzi unici n. 9 - Matilde Serao e il duello del marito con Gabriele D'Annunzio
La storia narrata nel pezzo unico di questo mese ci conduce lontano da Venezia, nella Roma umbertina degli ultimi anni dell’Ottocento. Il documento che vi presentiamo è una lettera della scrittrice e giornalista Matilde Serao inviata ad Oreste Baratieri, da poco promosso colonnello a capo del IV reggimento bersaglieri, e scritta nella casa romana della Serao il 1° novembre 1886, con a tema il duello del marito con Gabriele D'Annunzio.
PEZZI UNICI N. 8 - LA MONETA PATRIOTTICA
Un frammento di storia del Risorgimento italiano raccontato da Salvatore Alongi riguardo alla Moneta Patriottica del Governo provvisorio di Venezia (1848-1849). Storia non solo di Venezia, ma d'Italia
PEZZI UNICI N. 7 - OTTOMÀNIA
Oggi la nostra rubrica Pezzi unici, giunta al 7° appuntamento, lancia una nuova rubrica dell'Archivio di Stato di Venezia: "Ottomània". In programma da settembre 2020 ad aprile 2021, si tratta di un viaggio in otto puntate dedicato ad alcuni documenti ottomani conservati nel nostro Archivio, a cura della prof.ssa Vera Costantini.
PEZZI UNICI N. 6 - VIAGGIO NELLE RADICI: ALLA SCOPERTA DELLE FONTI DELLA GENEALOGIA
Le fonti documentarie consentono anche un viaggio culturale alla scoperta delle proprie radici. Per farlo, tuttavia, bisogna conoscere i documenti, sapere cercarli e altro ancora. Con questo progetto, l’Archivio di Stato desidera implementare una banca dati dedicate a questo importante filone di ricerca della nostra identità.
PEZZI UNICI N. 5 - Francesco Morosini: una vita in battaglia (1619-1694)
Un grande condottiero, un astuto Capitano generale da mar, poi Doge. Una figura prima osannata, poi aspramente criticata e addirittura messa sotto processo dall'inflessibile Serenissima. illustrata da Andrea Pelizza. Una vita spesa in battaglia, quasi sempre lontano dall'amata Venezia, per tutto il corso del XVII secolo.
PEZZI UNICI N. 4 - PESTE E LAZZARETTI
La politica sanitaria della Serenissima attraverso i documenti conservati ai Frari: dalla norma istitutiva del primo luogo di “contumacia” al mondo (1431) alla lungimiranza con cui Venezia presidiava la sanità, con una magistratura dedicata ad hoc. Sono toccanti le pagine dell’agosto 1576, in cui in un solo giorno, furono registrati tra uomini, donne e bambini 260 morti. Oggi i due Lazzaretti (vecchio e nuovo) sono affidati alle cure dell’Archeoclub.
PEZZI UNICI N. 3 - L’AMBASCIATA DI FRANCIA A VENEZIA DURANTE LA RIVOLUZIONE (1790-1797)
Pochi anni prima della caduta della Serenissima Repubblica di Venezia (12 maggio 1797) e mentre la Francia attraversava un periodo rivoluzionario, la monarchia francese mantenne a Venezia un’ambasciata in un edificio prestigioso, a testimoniare l’importanza di questa rappresentanza diplomatica. In questo intervento per la rubrica Pezzi unici, esamineremo insieme il disegno che illustra il palazzo grazie a Juliette Gualtier, funzionario della Repubblica francese stagista presso l’Archivio di Stato di Venezia.
PEZZI UNICI N. 2 - LA BATTAGLIA DI FANTINA POLO
È il 12 luglio 1366. Siamo a Palazzo ducale, sede maestosa della nascente Serenissima. Riuniti a consiglio i giudici Marco Dandolo, Giovanni Michiel e Natale Ghezzo - con un notaio di cancelleria e tre funzionari ducali (gastaldi), sono chiamati a emettere sentenza su una causa intentata da una vedova. Si presenta in Tribunale, accompagnata dal proprio avvocato, Fantina, figlia del leggendario Marco Polo. Una battaglia legale senza esclusione di colpi, che alla fine la vedrà vittoriosa. La storia di una donna straordinaria per Pezzi unici.
PEZZI UNICI N. 1 - Maru, ancilla Dei
In questa 1^ puntata di “Pezzi unici” Andrea Erboso illustra il documento più antico conservato a Venezia: il testamento di Maru della metà del IX secolo. Maru è una donna straordinaria, capace di agire in sede giuridica in un periodo del diritto intermedio, che si autodefinisce più volte “ancilla Dei” e che dona al monastero di Santa Maria in silvis di Sesto al Reghena, 55 ceste di olive. Esiste anche un problema di datazione, che affronteremo con gli Allievi della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica (847 o 849 d.C.?).