Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
21/09/2020
Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica - Iscrizione al secondo anno
Sono aperte le iscrizioni al secondo anno della Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica...
17/09/2020
ASVe al Festival del Medioevo
Anche il nostro Istituto parteciperà al Festival del Medioevo di Gubbio, il grande appuntamento...
08/09/2020
Inaugurata oggi alla Provvederia di Mestre la mostra su Francesco Morosini
Proseguono le celebrazioni morosiniane
13/07/2020
Nuove disposizioni per l'ingresso in Istituto, prescrizioni anti COVID-19 e ulteriori posti disponibili dal 15 settembre 2020
L'orario di apertura al pubblico è così ampliato: dal 15 settembre 2020 ogni martedì sono...
30/06/2020
Nuove disposizioni per l'ingresso in Istituto e prescrizioni anti COVID-19
In ottemperanza alle disposizioni vigenti e acquisito il parere del RSPP di Istituto, conformemente...

  

    

02/03/2019

Donne tra legalità e giustizia

Incontro in occazione della Giornata della donna 2019

In occasione della Giornata della donna, venerdì 8 marzo 2019, alle ore 15.30, l'Archivio di Stato di Venezia e l'Inner Wheel Club di Venezia promuovono un incontro aperto a tutta la cittadinanza sul tema "Donne tra legalità e giustizia".

Introducono il Direttore dell'Archivio di Stato di Venezia Giovanna Giubbini, la Presidente di Inner Wheel Club di Venezia Francesca Giacomazzi e la Consigliera Regionale di Parità Sandra Miotto.
Seguiranno le relazioni di:

- Alessandra Schiavon, archivista, Biancofiore e Maddalena: storie di violenze domestiche nella Venezia del Trecento;
- Cristiana Cagnin, avvocato, La disparità uomo-donna nel diritto penale fino e oltre la Costituzione;
- Irene Casol, magistrato, già Presidente di Sezione Penale presso il Tribunale di Venezia, Violenza di genere e violenza domestica nell’ordinamento giuridico attuale.

Le relazioni verranno accompagnate dalle letture di Isabella Panfido, poetessa, tratte dagli atti del processo per stupro celebrato a Roma nel 1612, e che vide come protagonista la pittrice Artemisia Gentileschi, definita da Roberto Longhi nel 1916 “l'unica donna in Italia che abbia mai saputo cosa sia la pittura”.

Scarica la locandina