Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
12/04/2021
Penzo Doria delegato in UNI dal Ministro dell'Università e della Ricerca
Il Ministro dell'Università e della Ricerca, Cristina Messa (ex Rettore dell'Università degli Studi...
02/04/2021
1600 anni di Venezia: una burla è una cosa seria, come la ricerca storica
Oggi non ci sarà il convegno sui documenti inediti per i 1600 anni. Con la Biblioteca...
31/03/2021
I nostri studenti al lavoro in Archivio per l'Università di Exeter
Oggi sono iniziati i lavori in Archivio del progetto Average – Transaction Costs and Risk...
29/03/2021
Le origini di Venezia
Conferenza, 2 aprile 2021, ore 10.30
26/03/2021
Nuovo caso COVID19
Poco fa in Istituto è stato accertato un caso Covid-19 positivo e un altro probabile è in...

  

    

25/05/2020

L'Archivio di Stato di Venezia riapre al pubblico

Dal 28 maggio sarà possibile accedere alla Sala studio e agli uffici in maniera contingentata e su appuntamento.

L’allentamento delle misure di contenimento sociale decise con le disposizioni del DPCM 17 maggio 2020, ci permette di affrontare questo periodo di transizione aprendo le porte per accogliere i nostri studiosi.

Siamo certi che ora più che mai serva un patto morale tra l’Istituto e i propri frequentatori, basato sulla tutela della salute come bene primario, sul rispetto dei ruoli, sul distanziamento sociale e, soprattutto, sul buon senso. Dopo una attenta considerazione delle modalità organizzative più sicure per i nostri utenti e per il personale, che in Archivio non ha mai smesso di lavorare, è stata approvata una procedura di emergenza, disponibile sul sito web istituzionale alla Aprire il link interno in una nuova finestrapagina dedicata.

L’accesso contingentato, le nuove procedure di prenotazione e di movimentazione del materiale archivistico, nonché la rimodulazione dei servizi di consultazione e di fotoriproduzione garantiranno agli utenti di poter lavorare e studiare in sicurezza, rendendo nuovamente disponibile a tutti il patrimonio dell’Archivio di Stato di Venezia.