Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
30/06/2020
Nuove procedure per l'ingresso in Istituto e prescrizioni anti Covid-19
  In ottemperanza alle disposizioni vigenti e acquisito il parere del RSPP di Istituto,...
22/06/2020
Accordo con Rialto
Tra l’Associazione “Rialto Novo/Progetto Rialto”, ente del terzo settore, costituitasi senza fini...
12/06/2020
La diplomatica contemporanea contro i documenti falsi
Nell'ambito delle esercitazioni di diplomatica contemporanea e di archivistica speciale tenute...
09/06/2020
Riaprono a Forte Marghera le mostre su Francesco Morosini
Nell’ambito delle celebrazioni per i 400 anni dalla nascita di Francesco Morosini, Doge e...
29/05/2020
Asve e Iuav insieme per la didattica e la ricerca scientifica
Sottoscritto un Accordo di collaborazione a tutto campo tra le due Istituzioni veneziane

  

    

19/11/2019

MOSTRA SU FRANCESCO MOROSINI A FORTE MARGHERA

Il 22 novembre 2019 è stata inaugurata a Forte Marghera, alla presenza del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, della dr.ssa Pia Petrangeli del Segretariato generale del MIBACT, di Gianni Penzo Doria, direttore dell'Archivio di Stato di Venezia, e del Generale Bruno Buratti, Presidente del Comitato per le celebrazioni dei 400 anni dalla nascita di Francesco Morosini, la mostra documentaria con riproduzioni digitali "Francesco Morosini 1619-1694. Una vita veneziana", allestita dall'Archivio di Stato di Venezia nella Polveriera Francese. Per il nostro Istituto ha relazionato Andrea Pelizza, curatore della mostra documentaria, allestita con la collaborazione di Giovanni Caniato, Michela Dal Borgo, Alessandra Schiavon ed Eurigio Tonetti.   Nella Polveriera Austriaca, invece, è contemporaneamente ospitata la mostra parallela "Fortezze e città a Creta e nel Peloponneso al tempo di Francesco Morosini", curata dal Comando Regionale Veneto della Guardia di Finanza.   Entrambe le mostre rimarranno aperte sino all'aprile 2020.