Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Leone di San Marco, bassorilievo nell'Archivio di Stato (cortile dei fiorentini)
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
16/09/2019
Giornate Europee del Patrimonio 2019
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019, l'Archivio di Stato di Venezia propone...
09/09/2019
Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica
Bando di ammissione al biennio 2019-2021
07/09/2019
Mostra "Francesco Morosini 1619-1694. Una vita veneziana"
Chiusura anticipata della sezione dedicata ai documenti originali
02/09/2019
Nuovo direttore dell'Archivio di Stato di Venezia
Il 2 settembre si è insediato il dott. Gianni Penzo Doria
12/08/2019
Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica
Esami finali del biennio 2017-2019

  

    

Eventi ed iniziative

2019



Sabato 29 giugno 2019, alle ore 11.15, verrà inaugurata, nella sede dell’Archivio di Stato di Venezia in Campo dei Frari, la mostra documentaria

Francesco Morosini 1619-1694. Una vita veneziana.

La mostra, a ingresso libero e gratuito, resterà aperta fino al 15 settembre con orario 11.00 - 17.00 dal lunedì al venerdì.

Francesco Morosini (1619-1694) fu uno degli ultimi grandi “capi da mar” espressi dalla Repubblica di Venezia. Tra altre imprese, dopo le alterne vicissitudini della guerra di Candia (1645-1669) riuscì, a partire dal 1684, a conquistare al Sultano il Peloponneso (la “Morea”), tanto da ricevere alti riconoscimenti mentre era ancora in vita e l’appellativo di Peloponnesiaco.

Eletto doge nel 1688, morì dopo qualche anno a Nauplia in Grecia, mentre era al comando delle forze veneziane.

La mostra documentaria dell’Archivio di Stato, curata da Andrea Pelizza, è frutto della ricerca originale del curatore e dei funzionari archivisti Giovanni Caniato, Michela Dal Borgo, Alessandra Schiavon ed Eurigio Tonetti. Tramite la ricchissima documentazione conservata in Archivio di Stato è possibile ricostruire e illustrare le varie fasi della vita pubblica e privata del Peloponnesiaco nel contesto veneziano e internazionale del suo tempo, affiancandovi, ad accompagnare il percorso, una serie di mappe e disegni tratti dal corpus cartografico esistente nell’Istituto.

A una proposta di documenti originali relativi a Francesco Morosini, presentata nell’Aula di paleografia, si abbina nel chiostro della SS.ma Trinità un itinerario visivo volto a illustrare le vicende belliche e diplomatiche che coinvolsero la Repubblica Serenissima nella seconda metà del XVII secolo.

La mostra dell’Archivio di Stato si inserisce nel contesto delle celebrazioni che ricordano il quarto centenario della nascita di Francesco Morosini, coordinate dall’apposito Comitato, al quale hanno aderito le principali istituzioni culturali veneziane, sotto la presidenza del generale CdA della Guardia di Finanza B. Buratti. La mostra documentaria si ricollega idealmente alle esposizioni morosiniane contemporaneamente realizzate dal Museo Correr a Palazzo Reale e dalla Guardia di Finanza e Università Ca’ Foscari nella sede di San Polo.

La mostra si avvale dell’importante sostegno di Camera di commercio di Venezia e Rovigo, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Fondazione di Venezia.

Hanno fornito il loro fondamentale contributo per il restauro dei dispacci spediti da Francesco Morosini a Venezia mentre esercitava la carica di capitano generale da mar il Comitato austriaco Venedig lebt, la Fondazione Svizzera Pro Venezia e The Venice in Peril Fund, nell’ambito dell’Associazione dei Comitati Privati Internazionali per la Salvaguardia di Venezia.

Scarica il comunicato, la locandina e la cartella immagini.


Francesco Morosini (1619-1694) fu uno degli ultimi grandi “capi da mar” espressi dalla Repubblica di Venezia.

Tra altre imprese, dopo le alterne vicissitudini della guerra di Candia (1645-1669) infine perduta, riuscì a partire dal 1684 a conquistare agli Ottomani il Peloponneso (la “Morea”), tanto da meritare alti onori mentre era ancora in vita e da ricevere l’appellativo di Peloponnesiaco. Eletto doge nel 1688, morì dopo qualche anno a Nauplia.

Per ricordare il quarto centenario dalla nascita di Morosini, l’Archivio di Stato di Venezia – nell’ambito delle celebrazioni organizzate dalle principali entità culturali veneziane – propone una mostra documentaria nella sede dei Frari (29 giugno-15 settembre 2019). Tramite la preziosa documentazione conservata in Archivio, infatti, è possibile ricostruire e illustrare le varie fasi della vita pubblica e privata del Peloponnesiaco nel contesto veneziano e internazionale del suo tempo, affiancandovi le immagini del corpus cartografico disponibile.

È dedicato a Francesco Morosini anche il concerto del 21 giugno 2019, eseguito, grazie alla collaborazione tra i due Istituti, da professori e allievi del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia in Archivio di Stato nel chiostro monumentale della SS.ma Trinità in occasione della Festa europea della musica; si offre così alla cittadinanza e ai visitatori la possibilità di ascoltare musiche espressamente composte alla fine del XVII secolo per il Doge.


Donne tra legalità e giustizia

Incontro in occasione della Giornata della donna 2019

Archivio di Stato di Venezia, Aula di archivistica, paleografia e diplomatica, 8 marzo 2019

In occasione della Giornata della donna, venerdì 8 marzo 2019, alle ore 15.30, l'Archivio di Stato di Venezia e l'Inner Wheel Club di Venezia promuovono un incontro aperto a tutta la cittadinanza sul tema "Donne tra legalità e giustizia".

Introducono il Direttore dell'Archivio di Stato di Venezia Giovanna Giubbini, la Presidente di Inner Wheel Club di Venezia Francesca Giacomazzi e la Consigliera Regionale di Parità Sandra Miotto.

Seguiranno le relazioni di:

- Alessandra Schiavon, archivista, Biancofiore e Maddalena: storie di violenze domestiche nella Venezia del Trecento;

- Cristiana Cagnin, avvocato, La disparità uomo-donna nel diritto penale fino e oltre la Costituzione;

- Irene Casol, magistrato, già Presidente di Sezione Penale presso il Tribunale di Venezia, Violenza di genere e violenza domestica nell’ordinamento giuridico attuale.

Le relazioni verranno accompagnate dalle letture di Isabella Panfido, poetessa, tratte dagli atti del processo per stupro celebrato a Roma nel 1612, e che vide come protagonista la pittrice Artemisia Gentileschi, definita da Roberto Longhi nel 1916 “l'unica donna in Italia che abbia mai saputo cosa sia la pittura”.


E quindi RI-uscimmo a riveder le stelle

Mostra documentaria per il Carnevale 2019 a cura di Michela Dal Borgo e Stefania Saviane

Archivio di Stato di Venezia, Aula di archivistica, paleografia e diplomatica, 23 febbraio – 5 marzo 2019

L'Archivio di Stato di Venezia propone una mostra documentaria secondo il seguente calendario:

- inaugurazione: sabato 23 febbraio, ore 10

- orari apertura: da lunedì a sabato, dalle ore 10 alle ore 13

- chiusura: martedì 5 marzo, ore 13

- visite guidate:

•sabato 23 febbraio, ore 10.30 (1 visita);

•sabato 2 marzo, ore 10 e ore 11.30 (2 visite);

•tutti i giorni, ore 11.30 (è gradita la prenotazione).

Attraverso una selezione di documenti conservati dall'Archivio di Stato di Venezia, esposti in originale nelle bacheche all'interno dell'Aula di paleografia e riprodotti in digitale in un video creato per l'occasione, si traccerà un percorso con l'intenzione di delineare alcuni dei momenti più significativi in cui la Serenissima Repubblica affrontò episodi e problematiche correlate allo studio e alla "scoperta" dell’Universo.

Dalle prime indagini sull’astronomia condotte all’Università di Padova alle scoperte galileiane, il rifiorire di una comunità scientifica che fu all’avanguardia nella continua espansione dei confini del mondo conosciuto.

Info e prenotazioni: telefono 0415222281, e-mail as-ve@beniculturali.it


Medici ebrei a Venezia. Tra scienza e umanità, tra integrazione e persecuzione

Mostra storico-documentaria promossa e organizzata, in occasione del Giorno della Memoria 2019, dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige, dall'Archivio di Stato di Venezia, dalla Comunità Ebraica di Venezia e dalla Scuola Grande di San Marco.

La mostra sarà inaugurata giovedì 31 gennaio 2019 alle ore 15 presso la Sala dell’Albergo della Scuola Grande di S. Marco e proseguirà fino a domenica 31 marzo 2019 con orario 9,30-17,30 (giorni di chiusura: domenica e lunedì, esclusa la prima domenica del mese).