Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
19/11/2019
MOSTRA SU FRANCESCO MOROSINI A FORTE MARGHERA
Si comunica che venerdì 22 novembre 2019, alle ore 10.00, avrà luogo a Forte Marghera la conferenza...
18/11/2019
Un nuovo tassello nella vita di Marco Polo: inedito ritrovato all'Archivio di Stato di Venezia dall'Università Ca' Foscari
Scoperto da un gruppo di ricerca guidato da Antonio Montefusco un lascito testamentario in cui...
18/11/2019
Linee Guida sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici - AgID
La Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica annessa all’Archivio di Stato di Venezia –...
15/11/2019
ACQUA ALTA – Aggiornamento 2 (15 novembre 2019) –
Il perdurare del fenomeno dell’acqua alta, unito alle forti raffiche di vento della mattinata, ha...
15/11/2019
ACQUA ALTA – Aggiornamento (15 novembre 2019) –
Stante il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche, anche per oggi la Sala di studio dei...

  

    

Ricerche per corrispondenza



ll Servizio ricerche anagrafiche è prevalentemente rivolto alle richieste di accertamento dei requisiti per ottenere la cittadinanza italiana e si avvale dell'ausilio delle liste di leva relative alla popolazione maschile.

L'Istituto ha avviato la progressiva indicizzazione dei registri di leva della provincia di Venezia, pertanto le richieste relative alle classi di nascita comprese nella banca dati sono evase mediante interrogazione della stessa, disponibile alla pagina web www.archiviodistatovenezia.it/leva/, mentre le richieste riguardanti anni non ancora indicizzati sono condotte tramite spoglio diretto dei registri (per queste ultime non è possibile effettuare l’indagine per più di tre anni di nascita).

Per le richieste di ricerca anagrafica è necessario utilizzare l'apposito modulo.

L’Istituto risponde inoltre alle richieste di informazione scientifica che pervengono via posta ordinaria o posta elettronica, fornendo, per la medesima via, adeguati ragguagli tramite la consultazione degli strumenti di corredo presenti nella Sala di studio e, in alcuni casi, anche attraverso la consultazione diretta e approfondita della stessa documentazione archivistica. Il tutto ovviamente senza possibilità di sostituirsi allo studioso interessato.

Si suggerisce quindi, allo scopo di inoltrare una richiesta il più possibile circoscritta e puntuale, di consultare preventivamente il SiASVe.

Il termine entro cui viene espletata la procedura è di 30 giorni.