Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
11/10/2019
Domenica di carta 2019. Programma
In adesione all'iniziativa Domenica di carta, promossa dal Ministero per i beni e le attività...
10/10/2019
Domenica di carta 2019
Domenica di carta, 13 ottobre 2019
10/10/2019
Visita del Prefetto in Archivio di Stato
In un clima cordialissimo, S.E. il Prefetto di Venezia, dott. Vittorio Zappalorto, oggi ha...
07/10/2019
avviso chiusura anticipata
Si comunica che a causa di impegni collegati alla scuola di Archivistica e Paleografia e...

  

    

Richiesta di materiale archivistico e librario



Le richieste di materiale archivistico vanno compilate o nell’antisala attraverso i computer dedicati, o da una qualsiasi postazione connessa a internet, collegandosi all’indirizzo https://asve.develer.com/richiesta/ e immettendo il proprio nome utente e la password comunicati a ciascun utente dal funzionario al momento dell’iscrizione.

Possono essere consultate al massimo 3 unità archivistiche al giorno; eventuali richieste di deroghe a questo limite, debitamente motivate, possono essere presentate al funzionario archivista presente in sala.

Le richieste, una per ogni unità archivistica, si compilano scegliendo il nome del fondo da un apposito menù, compilando analogamente gli eventuali livelli inferiori e completando con il numero di corda, ovvero con il solo numero che identifica il pezzo archivistico, busta, filza o registro che sia.

Tali informazioni dovranno essere preventivamente ricavate dall’inventario, dal SiASVe o dalle indicazioni fornite dal funzionario archivista addetto alla sala.

Un unico sistema di richieste informatizzato serve sia la sede dei Frari che la sede della Giudecca.

Il servizio di richieste on-line segnala inoltre all'utente i pezzi tassativamente esclusi dalla consultazione e i pezzi che possono essere visionati in sola “consultazione tutelata”, impedendone il prelevamento.

Per i pezzi disponibili in sola “consultazione tutelata” l'utente potrà rivolgersi all'ispettore di sala per effettuare la richiesta e visionare il pezzo nelle postazioni appositamente dedicate in sala di studio.

Si segnala che, a causa della particolare delicatezza dei supporti o della difficile movimentazione dei singoli pezzi, la consultazione di alcune serie archivistiche (Dieci savi alle decime in Rialto, Quaderni dei trasporti; Censo stabile attivato, Registri; Notarile, Testamenti chiusi; Notarile, Testamenti, Indici, Testamenta mulierum/virorum; Notarile, Atti, “Protesti segreti”) è preclusa all'utenza: pertanto la ricerca su queste serie è effettuata direttamente dal personale dell'Istituto su istanza dell'utente da presentare con apposita modulistica disponibile presso l'ispettore di sala.

 

Le richieste di materiale librario vanno compilate nell’Antesala sui moduli cartacei predisposti (una per modulo) per un massimo di 3 unità bibliografiche al giorno; sui moduli andranno riportati con chiarezza: