Archivio di Stato di Venezia - Campo dei Frari, San Polo, 3002 - 30125 Venezia - tel. 041.5222281 - fax 041.5229220 - e-mail: as-ve@beniculturali.it
Foto aerea del complesso monumentale dei Frari
icone MIBAC DGA UNESCO
Novità
19/11/2019
MOSTRA SU FRANCESCO MOROSINI A FORTE MARGHERA
Si comunica che venerdì 22 novembre 2019, alle ore 10.00, avrà luogo a Forte Marghera la conferenza...
18/11/2019
Un nuovo tassello nella vita di Marco Polo: inedito ritrovato all'Archivio di Stato di Venezia dall'Università Ca' Foscari
Scoperto da un gruppo di ricerca guidato da Antonio Montefusco un lascito testamentario in cui...
18/11/2019
Linee Guida sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici - AgID
La Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica annessa all’Archivio di Stato di Venezia –...
15/11/2019
ACQUA ALTA – Aggiornamento 2 (15 novembre 2019) –
Il perdurare del fenomeno dell’acqua alta, unito alle forti raffiche di vento della mattinata, ha...
15/11/2019
ACQUA ALTA – Aggiornamento (15 novembre 2019) –
Stante il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche, anche per oggi la Sala di studio dei...

  

    

Capienza della sala di studio e limitazioni



La sala di studio dei Frari è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8,10 alle ore 17,50 e dispone di 19 tavoli per complessive 72 postazioni dotate di lampade e prese di energia elettrica. Di esse 4 sono specificamente riservate a utenti con disabilità motorie, 4 sono riservate alla consultazione tutelata e 8 dispongono di computer per la consultazione del materiale digitalizzato. È inoltre disponibile 1 postazione dotata di computer per la consultazione delle banche dati.

Per gli studenti vi sono alcune limitazioni, imposte dalle possibilità di accoglienza della sala di studio: di norma vengono difatti ammessi soltanto i laureandi con lettera di presentazione del docente; quindi, generalmente, non gli studenti che preparano esami. La presentazione ha lo scopo di suggerire, in forma sintetica, il percorso della ricerca e le fonti principali su cui lo studente dovrebbe far convergere l’attenzione.